Raul Meel alla biennale Papermade


Partecipa alla biennale internazionale "Di Carta/Papermade", in corso (fino al 25 marzo) a Schio, nel Palazzo Fogazzaro, anche l'artista estone Raul Meel. Pittore e grafico, scultore, installatore e performer, poeta, apicoltore, a suo tempo "persona non grata" per il potere sovietico, tre anni fa ha ricevuto dal Comune veneto la Medaglia d'oro della Città. Quest'anno, invece, è stata intitolata al suo nome una sala del Palazzo Fogazzaro, e Meel, a sua volta, ha donato alla Citta' 230 libri d'artista, in 52 lingue.

Scrive il critico d'arte Roberto Nassi: "Serialità, geometrismi e costruzioni algoritmiche, minimalismo, anelito all'universale, incontro di antico (ancestrale) e moderno (oltre che i guai con la nomenklatura sovietica) sono tratti che apparentano Meel all'altro gigante della cultura estone contemporanea e tra i massimi compositori d'oggi: Arvo Pärt." 

Negli Stati Uniti, all'Angel Museum, Raul Meel si trova nella lista dei migliori artisti. 

La biennale Papermade è dedicata esclusivamente alle opere realizzate in carta: stampa d'arte, libri d'artista e istallazioni. Il tema di quest'anno è "Essere a Casa / This is my Place". L'esposizione è curata dall'artista Valeria Bertesina.

Orario apertura: sabato e domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.

Ingresso libero.

Nella foto: Raul Meel

Foto: Galleri GKM


Nelle foto: Raul Meel a Schio nel 2015 

Foto: Inga Heamägi e Gudrun Koppel