Esce con De Bastiani "Lotte. L’avventuroso viaggio al sud"

02.04.2019

Si intitola "Lotte - L'avventuroso viaggio al sud" il libro edito dalla casa editrice De Bastiani di Vittorio Veneto (Treviso), che consentirà anche ai bambini italiani di far conoscenza con la cagnolina Lotte, uno dei personaggi più amati dai bambini dell'Estonia.

Lotte nasce nel 2000 come cartone animato, disegnato da Heikki Ernits e Janno Põldma nello studio Eesti Joonisfilm, che ha realizzato la serie televisiva "Lotte, il viaggio al sud". "Abbiamo deciso che doveva essere una femmina e non un maschio," disse Põldma all'epoca, "Con i maschi è un po' piu' difficile trasmettere le emozioni, tradizionalmente i maschi non possono avere quei momenti di debolezza che alle ragazze sono tranquillamente permessi". Come sceneggiatore è stato invitato nella squadra Andrus Kivirähk, un scrittore di fama nato nel 1970, e il film è stato dichiarato il miglior film dell'anno.

Le storie di Lotte sono semplici e divertenti: le avventure con gli amici del cuore Bruno e Albert, un gatto e un coniglio, i genitori simpatici, l'ambiente stimolante, e tanti animaletti con cui condividere i giochi. Tutti i personaggi insegnano ai bambini a trovare una via d'uscita dalle situazioni difficili con l'aiuto dell'umorismo e della gentilezza. Inoltre, con l'aiuto degli altri protagonisti, viene coltivato il lato creativo e inventivo dei bambini - il padre di Lotte, Oskar, è un inventore, e il miglior amico del padre, Klaus, un viaggiatore. Ma la cosa piu' importante è che i registi si sono dati un principio: non presentare mai la violenza. Lo slogan del film e' stato: la bonta' rende la vita piu' interessante. Heiki Ernits: "Nella storia non ci sono personaggi cattivi. Lotte non diventa buona e brava, lo è sin dall'inizio. Nel film non si pesca nemmeno un pesce, visto che anche il pesce è un essere vivente. Il nostro messaggio è che si possono fare film anche senza la violenza. "

La serie ha avuto successo, ed è stato comprata da 30 canali televisivi in tutto il mondo, tra cui anche la nota emittente araba Al Jazeera. Ma piace molto anche ai bambini francesi, greci e cinesi, e a tanti altri.

Nel 2006 è stato realizzato un secondo film "Lotte nel villaggio degli inventori" e nel 2011 "Lotte e i misteri della pietra lunare". Qualche anno dopo, grazie all'incontro con un dinamico imprenditore, Rein Malsub, nel piccolo paese di Tahkuranna, vicino alla la citta' di Pärnu, è stato realizzato un vero e proprio parco tematico, popolato di casette e di tutti gli amici di Lotte, lepri, cani, gatti, scoiattoli. La figura di Lotte ha conquistato i bambini estoni, compare ovunque, sulle etichette dello shampoo e dei succhi di frutta e bevande gassate, fino ai quadernoni e agli astucci.

Nel primo libro in italiano, tradotto da Daniele Monticelli, traduttore e professore di semiotica dell'Universita' di Tallinn, troviamo Pippo, un pulcino piccolo e stanco, in ritardo sul suo stormo partito in volo per il sud. Lotte decide di aiutarlo: insieme al papà Oscar e al vecchio viaggiatore Klaus, partono con la macchina volante inventata da Oscar. E durante la strada i personaggi si imbatteranno in molte avventure.