Estonia Magazine entra sulla Hooandja, la piattaforma di crowdfunding - premi ai sostenitori

"Estonia Magazine" è nato all'inizio del 2018 a Bologna, una città universitaria e ricca di iniziative, per raccontare, in italiano e per il pubblico italiano, eventi culturali legati all'Estonia. E' il frutto della collaborazione tra due giornaliste, una italiana, Patrizia Romagnoli, e una estone, Katrin Veiksaar, scritto a quattro mani. Lo spunto per la creazione del sito è stato il Cultfinlandia, che da anni racconta agli italiani la cultura finlandese.

Patrizia e Katrin chiamano il sito "rivista online", veebiajakiri, e come per ogni rivista, un paio di volte al mese ci si ritrova, nel centro di Bologna, per parlare di questo Paese un po' lontano. Un Paese che per Katrin è "normale": nata a Tallinn, ha studiato lingue scandinave all'Universita' di Tartu e per anni ha lavorato per il giornale a diffusione nazionale "Õhtuleht". Negli ultimi 18 anni ha trascorso gli inverni in Italia e le estati in Estonia -"scappo via dal caldo bolognese, venticinque gradi e un po' di pioggia estiva fanno per me...". Per Patrizia è stato meno ovvio: capitata a Tallinn per vacanza nel 2002, si è subito sentita a casa. In piena Europa, ma non lontano dal confine con la Russia, ha trovato modo di imparare bene il russo all'Università di Tallinn, la sua passione sin da piccola - "l'estone è troppo difficile, però riesco a farmi capire..." - e di piantare le tende in un piccolo appartamento della capitale, a disposizione quando si vuole respirare l'aria del Nord.

La rivista online ha proprio lo scopo di far respirare l'aria del Nord agli italiani altrettanto curiosi: informa sugli eventi culturali estoni e presenta personaggi che hanno un rapporto professionale con l'Italia, racconta l'esperienza di altri italiani appassionati dell'Estonia e di estoni che in qualche modo "esplorano" l'Italia in diversi ambiti della cultura: la giovane soprano Ille Saar, l'artista e illustratrice Viive Noor, la stilista Anu Hint, insieme a molti altri: Arvo Pärt, Triin Soone, Pavel Gurjanov, Raul Meel, Johan Randvere, Veiko Liis, Elina ja Joonas Sildre, Mart Taniel, Konrad Mägi. Visto che in Italia le notizie sulla Estonia sono limitate e poche, Patrizia e Katrin credono di essere le persone giuste al posto giusto, per allargare le conoscenze e la collaborazione.

Proprio oggi, il 23 ottobre, "Estonia Magazine" è entrato sulla piattaforma estone di crowdfunding Hooandja (https://www.hooandja.ee/projekt/veebilajakiri-estonia-magazine), simile a quella italiana di nome Ginger. Ai potenziali investitori chiede un supporto finanziario per i prossimi 10 mesi. Patrizia e Katrin vogliono continuare a scrivere, incrementare la piattaforma attuale, aumentare il numero di lettori e trovare delle collaborazioni con aziende estoni interessate al mercato italiano, per autofinanziarsi nel futuro prossimo. Attualmente "Estonia Magazine" si fa conoscere tramite la newsletter dell'Associazione Italia-Estonia, che arriva direttamente a qualche centinaio di indirizzi e tramite le pagine di Facebook che segnalano ogni nuovo articolo uscito.

Come di consueto ogni investitore dalla piattaforma Hooandja riceverà un caloroso ringraziamento e un premio. Tra i premi in palio, la cartolina d'autore dedicata ad "Estonia Magazine" dal designer Veiko Liis, la moka Bialetti per fare un buon caffè, un articolo sulla rivista dedicato al sostenitore, o anche lezioni gratuite di italiano o di estone via Skype.

Nella foto: Patrizia Romagnoli e Katrin Veiksaar

Foto: Enzo Chiarullo

Riprese video: Fabrizio Tito Cabitza

Cartolina: Veiko Liis